venerdì 16 settembre 2011

No Alpitour???

Qual delizia i VILLAGGI TURISTICI!
Li ho sempre odiati.
Nella mia vita ho viaggiato tanto, grazie al budget di mamma e papà e solo
due volte ci siamo fatti fregare dalle agenzie e abbiamo optato per viaggi
organizzati.
Uno fu FRANCOROSSO,per il Marocco in 7 giorni dopo Natale,nel 1993 mi pare..
Tedio, frustrazione!
Un gruppo in viaggio per Lourdes sarebbe di sicuro stato più stimolante e più dinamico.
Ne ho viste di cotte e di crude.
Gente che piangeva ché non aveva la pastasciutta.
Gente che girava con il disinfettante spray e spruzzava tutto e tutti.
Gente con la fobia che se uno gli diceva “Salam Alaikum” strillava “AIUUUUTOOOO”.
Gente che non ha chiuso occhio la notte perché il materasso era duro in ogni albergo.
Gente che arrivata a Marrakesh non vedeva l'ora di buttare qualche milioncino di Lire
al casinò.
Gente che è riuscita a comprare un tappeto da 20 milioni di Lire che non è mai arrivato
in Italia.
Il fattone di turno che parla della “ROBBBA BONISSIMA CHE SE TROVA 'N MAROCCO
AOH!”

UN INCUBO!
Avevamo giurato di metterci una croce sopra: mai più viaggi organizzati, ma poi
nel Settembre 2005 ci siamo fatti incastrare da una super offerta per la Sicilia.
Andiamo vicino Cefalù in un villaggio Valtour.
Ci eravamo raccomandati con quelli dell'agenzia: NIENTE ROTTURE DI COGLIONI,
noi vogliamo solo stare in albergo, quindi mandateci in un posto senza troppi animatori.
“E' un posto discretissimo e l'animazione praticamente non la vedrete”
'sto cazzo!
Già appena arrivati “Io sono Luca, e lui è Giorgio, e lei è Silvana,siamo i vostri
animatori! Che cosa sono quelle facce! Dai, con noi vi divertirete!Stasera mega partitone
di Beach Volley, dai lo so che siete dei nostri!Senti per che squadra tifi? Non fare la musona
che io sono qui per te e ti farò passare una settimana incredibile! Ah, no ferma là in quel
tavolo non ti puoi sedere, noi abbiamo deciso che per far socializzare scegliamo
noi dove vi sedete e vi separiamo...tu vai là vicino a quei signori di Genova!”
o_O
Ho iniziato ad avere il tic all'occhio da quel momento ed è passato solo tre mesi dopo.
Poiché sono una portata per il messaggio di pace nel mondo ho deciso di
ignorare tutte le indicazioni di questi pazzi sciroccati e mi sono fatta i cazzettini miei.
Quando si sono fatti pressanti ho anche grugnito sortendo l'effetto di allontanarli
temporaneamente.
Questi babbei però mandano in un brodo di giuggiole un sacco
di deficienti che non sanno concepire una vacanza senza “risveglio muscolare”,
“mega partitone di rubabandiera”,”acqua gym”,”club della barzelletta”,”mini club
dei bambini”,”raduno serale per la discoteca” ,”elezione miss villaggio”e tutte quelle stronzate che propongono nei resort.

Il motivo per cui non andrò forse mai alle Maldive è proprio che sono quasi tutte
popolate da “Animatori Scassapalle Anonimi”, anonimi perché non avrai mai il
nome e cognome ma simpatici soprannomi poco identificativi “Sono Ale, ma mi
chiamano Carotina”, al fine di tutelarsi da eventuali denunce, e su un' atollo
che ci metterei 10 minuti a girarlo tutto credo che finirei per suicidarmi o commettere
omicidi.
Insomma..in quel di Cefalù quasi ci rimettevo le penne, perché un incendio stava per divorare
il villaggio già dall'1 di notte ma i simpatici animatori hanno pensato bene di chiamarci
solo verso le 3 .
Geni.
Non solo, loro pretendevano che ascoltassimo le loro perle di saggezza in caso di evacuazione,
cosa che non ho fatto altrimenti avrei rischiato come gli altri di rimanere bloccata dalle fiamme
verso l' alto della montagna..io invece ho optato per direzione mare.
E' stato spassosissimo vedere la gente stolta che si caricava la macchina di roba e perdeva tempo...
cosa che mi riporta al tema principale della mia vita:scappare dagli zombie evitando di portare via il superfluo:D
Sarebbero stati tutti PERSI quei pivelli ahahahah
Le fiamme sono state domate,nessun ferito,nessun morto,ma almeno il giorno dopo
l'umore non era alle stelle e mi sono goduta gli ultimi giorni senza “stress animatore correlato”,
che dovrebbe essere inserito nell'enciclopedia medica come nuova forma di patologia
psichiatrica.

Comunque...questa volta mi è toccato un resort con annessa animazione perché partire
per il Sinai senza pacchetto turistico è davvero troppo caro.
600 Euro a persona “oll inclusiv” ti fanno optare per la sopportazione del supplizio
legato agli animatori..davvero, ci siamo fatti due calcoli e se prenoti singolarmente le
stanze+volto+trasporti va a finire che spendi molto di più in alcuni posti,tra cui appunto
Sharm El Sheikh,piuttosto che non cedendo alla monopolizzazione del mercato da parte dei tour operator.
Questa volta però siamo stati fortunati,perché gli animatori erano talmente impegnati
a trombare le ragazze russe che non ci hanno filati di striscio.
Le animatrici dal canto loro erano troppo impegnate con i turisti “non ho mai lasciato l'Italia, è la mia prima vacanza... aiuto!” che pure non ci si sono filati.
Quindi da questo punto di vista direi proprio una pacchia inaspettata!
Vincendo la paura degli squali quindi mi sono goduta diverse giornate a bagnomaria
nel Mar Rosso, osservando le creature marine e le creature russe, giordane, saudite e soprattutto
napoletane.
Io amo Napoli, cosa che non fa onore a una cittadina della capitale con il pedegree.
I Napoletani in vacanza sono uno sbraco.
Fanno un sacco di casino, sono kitsch all'ennesima potenza e quando gli esemplari maschili parlano fitto non si capisce se siano arabi o appunto napoletani :D
Per le donne sarebbe difficile confondersi, perché le Arabe fanno il bagno anche completamente
vestite.
Hanno in dotazione dei simpatici costumi in lycra che le coprono dalla testa ai piedi, facendole
somigliare a delle foche con il veletto.
Quindi mentre i maschi guardano i culi delle donne russe (e napoletane), le loro fedeli ancelle si immergono con la muta.
Ma la cosa più bella degli Italiani in viaggio di sicuro riguarda il capitolo lamentele.
Il turismo di massa ha fatto si che praticamente chiunque possa permettersi un soggiorno
all'estero, ma se non si hanno capacità di adattamento è 'na tragggedia!
Il dramma pulizia, il dramma lingue straniere e il dramma CIBO.
Siamo un popolo di viziatoni e se manca la pastasciutta, apriti cielo!
Puoi essere in Thailandia, a Cuba, in Irlanda, in Kenia ma senza pasta l'Italiano
medio entra in crisi e attacca la lagna.
Ho visto scene di raccapriccio al buffet, gente che scuoteva la testa con rammarico,
chi era indignato per non poter dar da mangiare la pastina santa al figliolo.
Du' palle!
Ok,lo Sheraton non è il massimo, un po' datato ma cavolo, sei in vacanza!
Anche io ho mangiato poco, dato che il surrogato di cucina italiana faceva compassione ,ma
si campa benissimo una settimana a pollo, riso e frutta.
Se sganci due Euro all'omino delle pulizie poi ti lecca il pavimento, senza che piagni
che non hai la stanza linda e pinta come te la fa il filippino a casetta.
Ecco, non so se mi facciano più tristezza o rabbia.
Per fortuna comunque incontravo questa gente solo al buffet.
Poi ho conosciuto anche gente davvero in gamba, insomma,sono stata davvero bene.
Il mio quasi-marito non è voluto venire perché aveva da fare (?) e non ama il caldo...passsiensa.
Segue racconto su Sharm a breve, quando me ripijo dal trauma del rientro che è stato pesante:D

2 commenti:

  1. Aspetto con ansia i nuovi racconti :D

    RispondiElimina
  2. Son qua che rido come una cretina da sola!
    Bentornata Amber! :)

    RispondiElimina